INTERPORTO ROVIGO E ZAI VERONA, NODI IMPORTANTI DI UNO SVILUPPO CREDIBILE

INTERPORTO ROVIGO E ZAI VERONA, NODI IMPORTANTI DI UNO SVILUPPO CREDIBILE

ROVIGO 02/04/2016 – Il parlamentare Diego Crivellari sostiene l’ipotesi di una partnership tra il polo logistico veronese e l’area intermodale polesana: <l’idrovia è l’asse sul quale puntare per un progetto reale e concreto>.

<Settore agroindustriale, trasporto delle rinfuse, piattaforme logistiche intermodali ad alta tecnologia, idrovia, porti marittimi e retroporti interni sono gli elementi di una rete economica ed imprenditoriale che può e potrà tracciare la direzione del prossimo sviluppo del nostro territorio. In questa scommessa, il destino dell’Interporto di Rovigo è un punto di snodo importante che grazie alle nostre scelte deve diventare sostanziale per il modello di sviluppo di un’area molto più vasta del Polesine. Come la Cna di Rovigo, che con altre parole coglie il medesimo obiettivo, ritengo che la partnership dell’Interporto polesano con il Consorzio Zai di Verona sia tra le più strategiche e vincenti in termini di possibilità di sviluppo imprenditoriale ed incremento economico.

Nulla vieta all’Interporto di Rovigo di guardare con interesse anche ad altre realtà intermodali e logistiche venete ma occorre scegliere avendo un progetto, pensando a come si sta muovendo oggi l’economia verso quali settori e con quali dinamiche si è messa in movimento. Il valore aggiunto che ci da l’infrastruttura idroviaria Padano Veneta a Rovigo come a Mantova deve essere l’asse portante sul quale basare le nostre scelte. Abbiamo avuto la conferma dal Ministero dei Trasporti non più tardi di poche settimane fa, che l’idrovia padano veneta può essere uno dei punti dei grandi investimenti infrastrutturali che il nostro Paese ed il Governo Renzi hanno in essere di realizzare, ma dobbiamo essere in grado come territorio vasto e ampio di produrre un progetto solido e ben ancorato alle linee di sviluppo dell’economia nazionale ed internazionale. Le basi e le motivazioni che possono portare ad un legame forte tra Interporto di Rovigo e Consorzio Zai di Verona, a mio avviso, sono decisamente ben allineate al quadro complessivo di sviluppo dell’intermodalità e possono dare un importante contributo di concretezza a quel progetto di area vasta legato all’idrovia padano veneta che non solo il Polesine e qualche provincia rivierasca guarda con attenzione ma che come è stato dimostrato il Governo ci chiede>.

Così il parlamentare del Partito Democratico Diego Crivellari della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati.