• Azzalin (PD): “Blitz in aula su Veneto Agricoltura nel silenzio degli assessori competenti. Commissariamento inspiegabile, accentramento assoluto da parte di Zaia

    Venezia, 26 giugno 2019

    “Su Veneto Agricoltura è stato compiuto un vero e proprio blitz in aula, senza aver discusso l’emendamento in Commissione con l’assessore competente e nel mutismo assordante di chi gestisce il settore. Né Pan né Bottacin hanno detto niente. Ma non mi aspettavo qualcosa di diverso: il punto, infatti, non è la riforma della gestione dei servizi idraulico-forestali su cui la Regione è in ritardo da anni, ma la lotta interna alla Lega che porta a preferire il commissariamento di un ente alla nomina di un direttore. Siamo all’accentramento assoluto da parte della Giunta. Zaia sarà anche ‘olimpionico’ ma non ha alcun mandato a fare e disfare tutto a proprio piacimento”. Graziano Azzalin, consigliere regionale del Pd e vicepresidente della commissione Agricoltura, torna sull’emendamento approvato ieri in aula col voto contrario e le proteste dei dem.

    “Prima si fa il danno e poi si persevera. L’uragano Vaia ha avuto conseguenze devastanti anche per l’assenza di programmazione e gestione del bosco da parte della Regione; un’assenza quasi ovvia visto che le competenze sono frazionate tra quattro assessorati e sette dipartimenti, mentre la legge forestale di riforma approvata in Commissione nella scorsa legislatura è ancora ferma in qualche cassetto. Si preferisce la solita scorciatoia, commissariando Veneto Agricoltura, l’ennesimo dopo quello del 2013-2016, quando appena un anno fa le è stata affidata la gestione dei servizi forestali. E intanto riforma viene rinviata addirittura alla prossima legislatura. È una scelta senza senso”.

  • Nadia Romeo è il nuovo Presidente del Consiglio Comunale di Rovigo

    Rovigo, 26 giugno 2019

    Nadia Romeo è il nuovo presidente del Consiglio Comunale, vice Federico Saccardin. Ad aprire il lavori del Consiglio riunitosi oggi a palazzo Nodari, è stato il sindaco Edoardo Gaffeo.
    A votarla i consiglieri nel primo giorno in aula dell’era Gaffeo con 20 voti favorevoli, 1 contrario (Mattia Maniezzo, Movimento Cinque Stelle) e 10 astenuti tra i quali Nadia Romeo stessa, i civici di Menon.

    Eletta Nadia Romeo commenta: “Voglio lanciare un messaggio di speranza con un unico obbiettivo: che si possa davvero lavorare tutti insieme per la nostra città. Dobbiamo recuperare la fiducia dei cittadini ma anche di chi abita fuori dalle nostre mure. Da questo momento in avanti io vi prometto scrupolosa imparzialità. E adesso cominciamo e non deludiamo le grandi aspettative dei cittadini”